Soci, socie!
"MC = A³" incontra "MISTICANZA" !

Come intendiamo quando diciamo MC = A³:
Associazioni, realtà sociali, liberi cittadini si danno di nuovo appuntamento per le strade della nostra città ad un anno dalla grande manifestazione del 10 febbraio 2018 restituendo, con idee e azioni, i principi che sono stati fondanti di quella memorabile giornata: Antifascismo, Antisessismo, Antirazzismo (A³).
MC=A³ è un progetto di ampio respiro che vuole attraversare la nostra città e durare nel tempo, non solo dunque limitandosi ai giorni dei noti “fatti di Macerata” ma dando origine ad un percorso sociale e politico, culturale, che superi gli stereotipi e sappia raggiungere tutte/i. Si parte infatti dalla bellezza di quelle strade piene di gente, di colori, di canti, di messaggi del 10 febbraio per costruire, nel tempo, una narrazione diversa. Una serie di iniziative che quest’anno si alterneranno, partendo dal 4 febbraio, per dar voce alla Macerata degna che parla di arte, cultura, relazioni, accoglienza, resistenza.

Mostre, incontri, dibattiti, concerti, spettacoli… MC=A³ è la formula giusta per leggere il presente nella prospettiva della sua trasformazione.

mc a3.jpg

Cosa intendiamo quando diciamo MISTICANZA:
Un piatto semplice, come la musica.
Condito con le mani. Mani che suonano mescolando ritmi e sapori.
Incolta... Perché venga raccolta da chiunque abbia voglia di assaporare differenze. Mischiarsi al condimento aggiungendo il proprio gusto preferito.

Misticanza.jpg

Il secondo appuntamento di Misticanza vedrà protagonista Jabel Kanuteh - Heart of Kora


SENTI COME SUONA?
LEGGI LA SUA STORIA:
Nato in Gambia nel 1996 è richiedente asilo ospite di un centro accoglienza a Pesaro. Come suo padre e suo nonno, lui è un Griot. Ovvero “colui che ha il dono della parola” e suona la Kora, un'arpa a 21 corde tipica del suo Paese natale. Per secoli i re degli antichi imperi africani hanno consegnato la loro storia ai poeti Griot, perché potessero raccontarla cantando fra fiere e villaggi.
Jabel è in italia dal 2015 (dopo dieci giorni di cammino nel deserto e tre giorni di mare, passando per il Mali, Burkina, Niger e Libia).
Suona musica tradizionale del “west Africa” e nei suoi pezzi originali racconta delle sue peripezie vissute durante il viaggio.

La serata si aprirà alle ore 18.00 con la presentazione progetto accoglienza Refugees Welcome Macerata e l'aperitivo SOMS.
Refuuges Welcome.png


Nb: Prima e dopo il concerto la musica la mette "Il Mio dj Setter"

2 Febbraio - LA MILLIPEDE Live + DUSCIO Dj Set @ SOMS


Soci, socie!
sabato 2 febbraio la Soms ospita un super gruppo teutonico ...  Le Millipede

Il progetto è nato dall'incontro tra Mathias Götz (Alien Ensemble), con musicisti amici, tra cui spiccano i fratelli Acher (Notwist). A tre anni dall'esordio, ecco il nuovo album "The Sun Has No Money" che raccoglie frammenti di estasi sonore, costruite con accordi suonati al trombone (lo strumento di Götz) e successivamente immersi in bagni di elettronica scintillante ("Daaah").
Un live che è un viaggio tra nuove sonorità e contaminazioni di generi. 




E poi tocca a DUSCIO.
Dj dal 1998, Ha prodotto e proposto musica di ogni genere nel corso degli anni, promuovendo sempre musica nuova e contemporanea. Oggi propone un elettronica 4/4 variegata, piena di influenze che spaziano con gusto ricercato all'interno dello spettro dance, con particolare attenzione a quei suoni che valorizzano il lato emozionale senza disdegnare linee di groove solide da dancefloor matura
Labels: Tam tam records; 2 Owls; Lithium

Ingresso riservato ai soci, possibilità di tesseramento sul posto
Contributo artista: 3 euro

VIENI?

SALA PROVE SOMS. 

Mettiamo a disposizione il nostro spazio e la nostra strumentazione per il vostro gruppo musicale alla ricerca di un luogo dove suonare. 


Per info: 3270113338


Ps: per le prime cento prenotazioni della sala, breve o lungo periodo che sia, la fornitura di pallet è omaggio.

PRECAPODANNO - Cena in maschera e trash night



Verranno servite pietanze piene di sfrontatezza alimentare e schifezze avanguardistiche, di quando la parola vegan era sconosciuta anche all'intera famiglia Zanichelli. 
Uniremo i mari e i monti, il ketchup e la maionese perchè negli anni 90 la paura non era nell'accostare la curcuma alle bacche di goji, ma quella di restare senza tavolo al Tartaruga.
La cena anni 90 non sarà una promozione alle cucine del vecchio millennio, né uno sfottò alla bella vita, ma offrirà uno spunto di riflessione, su piatti lontani dalla consapevolezza alimentare odierna, in pieno benessere economico.
Sarete voi a giudicare se la ricercatezza culinaria attuale contornata da foto, piatti enormi e tanta fame sarà migliore di quella passata.
Cosa ci si dovrebbe aspettare da una cena fuori con amici?
La convivialità è fatta di piatti bio e instagram, o di merda e spensieratezza?
Sarà la serata a suggellarlo

Start ore 20:00 max 50 prenotati
Dopocena si balla duro - ingresso libero riservato ai soci

Il ricavato della serata finanzierà alcune attività a cura della Soms quali il corso "Conoscere l'italiano"

Sabato 15 dicembre 2018 - GO!ZILL live


I Go!Zilla sono una band di Firenze, autrice di un garage rock dalle venature psichedeliche e con dirompenti vibrazioni punk. Presentano il loro terzo disco: Modern Jungle’s Prisoners.

Pre/after live: dj Eber
In collaborazione con Dong

Il Disco:
Modern Jungle’s Prisoners, ritorno discografico dei fiorentini Go!Zilla, è l’inizio di un’avventura sonora inedita per la formazione toscana : al terzo disco il quartetto (ormai quintetto) – Luca Landi (voce, chittarra), Mattia Biagiotti (chitarra), Fabio Ricciolo (batteria), Niccolò Odori (synth, percussioni), Federico Sereni (basso) - scala le Colonne d’Ercole del garage rock alla ricerca di nuovi territori musicali da scoprire per dar vita a un concept album sulla prigionia mentale da giungla urbana : mille sfumature e sfaccettature in nove brani, che però rappresentano un unico viaggio, incrocio di percorsi diversi tra passato, presente e futuro.

Le tante anime dei “vecchi” Go!Zilla – a partire da quella acida e garage – punk di “Grabbing a Crocodile” (2013) fino ad arrivare a quella heavy psych di “Sinking In Your Sea” (2015) – si intrecciano con la voglia, naturale e spontanea, di percorrere sentieri creativi inesplorati prima dalla band: il songwriting dalle venature garage e psichedeliche, incontra la soundtrack music (“Intro”, “Interlude”) e l’afro-beat (“Evil Is Satisfying”). Speciale, quindi, la collaborazione con Enrico Gabrielli (Calibro 35), suo il sax in “Falling Down Ground”. E altrettanto significativa la copertina dell’album: uno scatto del fotografo tedesco Thomas Hoepker. Un murale di una foresta nel South Bronx, immagine che sintetizza alla perfezione “Modern Jungle’s Prisoners”, in uscita per l’etichetta francese Teenage Menopause Record.

Recensione: http://www.ondarock.it/recensioni/2018-gozilla-modernjunglesprisoners.htm

PRANZO SOCIALE - Domenica 2 DICEMBRE 2018




Ennesimo imperdibile pranzo sociale, che da ufficialmente il via al Tesseramento 2019.Chi sfiderà quest'anno ai fornelli l'indomabile cuoco ramingo Cag? Lo scoprirete soltanto domenica 2 dicembre.A seguire e fino a spegnimento della miccia
consueta ed irrequieta SOMS Balera + avvincente torneo di bocce
Info e prenotazioni di massa
3405064549 oppure 3331625741
Menù in fase di progettazione, nel dubbio prenotate sulla fiducia (vi abbiamo mai deluso? :P)
 MISTICANZA
Rassegna di musica in_colta




 
Un piatto semplice, come la musica. 
Condito con le mani. Mani che suonano mescolando ritmi e sapori. 
Incolta... Perché venga raccolta da chiunque abbia voglia di assaporare differenze. Mischiarsi al condimento aggiungendo il proprio gusto preferito. 
 :
Percutone Duo (Afro jazz) 
Dudu Kouate - percussioni
Pasquale Mirra - vibrafono



Dudù (Doudou) Kouatè - Percussioni 
Pasquale Mirra - Vibrafono

Sin dall’antichità l’uomo usa gli elementi della terra scuotendoli, sbattendoli, strofinandogli, percuotendoli......
I suoni e rumori della natura incontrano e dialogano con le melodie celeste del vibrafono.


-- Dudù (Doudou) Kouatè --
Nasce in Senegal nel 1963 da una famiglia di Griot, noti per essere i conservatori della tradizione culturale e musicale africana. 
Vive a Bergamo dove insegna le percussioni africane da molti anni.
Musicista polistrumentista, suona in diverse formazioni musicali, afro-jazz, moderna, tradizionale e musica contemporanea. 

-- Pasquale Mirra --
Vibrafonista e compositore tra i più attivi del jazz italiano ed internazionale, ha inciso numerosi dischi e vanta numerose collaborazioni con musicisti nazionali ed internazionali. 
Collabora, tra gli altri, con i gruppi “Mop Mop” e “C'mon Tigre”.

Ore 18.30 apertura porte/aperitivo
Ore 20.00 live
Pre//Post "Il Mio dj Setter
(ingresso libero)



  Il tour di Davide Toffolo su e giù per l’Italia
che racconta un viaggio lungo 8500 km
con presentazione, firmacopie e djset.
fa tappa a Corridonia.


Davide Toffolo? Ma quello dei Tre Allegri Ragazzi Morti?

      Gia!
    Ricapitolando:
     Davide Toffolo nasce a Pordenone nel gennaio del 1965. A Bologna ha frequentato la scuola di fumetto di Andrea Pazienza e Lorenzo Mattotti.
    Vero innovatore nel campo del fumetto e tra i maggiori autori italiani di graphic novel, è uno degli autori più originali e amati in Italia. Ha all'attivo numerose opere tra le quali – solo per citarne alcune – Pasolini, Il Re Bianco, L'inverno d'Italia e Très! Fumetti per il teatro, Graphic novel is dead. Motore di esperienze importanti come il gruppo "Mondo Naif" e le riviste "Dinamite" e "Fandango", è molto amato anche per la sua seconda identità, quella di cantante del gruppo punk-art-rock Tre Allegri Ragazzi Morti (TARM) che stanno per compiere 25 anni di attività.


 

Nel mentre, un giorno, Davide scopre la Cumbia...



Il Cammino della Cumbia?

 Davide, alter-ego dell'autore, si sveglia letteralmente "sottosopra" e per risolvere il suo problema decide di partire per un viaggio in Sud America con due amici alla ricerca delle origini della Cumbia, la musica che da qualche anno ascolta ossessivamente. Il trio attraversa a piedi Argentina, Bolivia, Perù, Equador e Colombia, incontrando musicisti, artisti, gente comune, racconti e magie fino ad arrivare a Barranquilla, nell'estuario del fiume Magdalena, dove la Cumbia nacque molti secoli fa. Quest'ultima opera di Davide Toffolo è un libro ricchissimo che è tanti libri insieme. Un diario di viaggio: un viaggio a ritroso, dall'ultima espressione della Cumbia digital alle origini folcloriche colombiane. Un road book che è anche una guida agli ascolti divisa per paesi, per un viaggio da intraprendere in proprio. Un ritratto sentimentale di tre personaggi indimenticabili – oltre a Davide, Paulonia Zumo, addestratrice di cani che parla molte lingue (e anche quelle di alcuni animali) e Nahuel Martinez, musicologo e mago – che in questo viaggio incontrano, nell'altitudine che toglie il respiro, nel deserto che genera allucinazioni di santi e arcangeli e spiriti e profezie, se stessi e il proprio limite.



FESTA?
Diciamo festa per il nuovo libro perché è proprio con queste feste che il libro verrà presentato.
Un dj set sostenuto dall’autore, per raccontare il contenuto musicale del lavoro.
Affiancato da Nahuel Martinez, in arte Paquiano, e da altri 2 musici a sorpresa, Davide Toffolo ci porterà in un giro del Sudamerica musicale per riscoprire la vostra selva interiore.





    "La Cumbia è una musica che arriva da lontano, che è la somma di tre culture diverse,
    che ha un carattere migrante, che è spesso marginale e popolare.
    In poche parole mi affascina perché mi assomiglia"




    "Una mano
    más una mano
    no son dos manos
    Son manos unidas
    Une tu mano
    a nuestras manos
    para que el mundo
    no esté en pocas manos
    sino en todas las manos"

    (Gonzalo Arango, Revoluciòn)





SOMS Re-Opening! Sabato 27 ottobre: Dadamatto & Na Na Na Na live + mostra fotografica "Facce da Soms"

Soci, socie!
La S.O.M.S. riparte felice ancora una volta e con giubilo annuncia la nuova stagione del sodalizio invitandovi a una serata speciale! 


L'attesissimo re-opening di sabato 27 ottobre consist in un super sapido aperitivo,  una commovente e bellissima mostra fotografica b/n, un doppio inarrestabile concerto, un triplo inenarrabile dj!

SCALETTA
19:00 Aperitivo e inaugurazione della mostra "Facce da Soms" a cura di Marco Buschi
20:30 Na Na Na Na live
22:00 Dadamatto live
23:30 Three Styles dj set


NA NA NA NA imita il suono che si emette quando si canticchia una canzone senza conoscerne le parole, lasciandosi guidare dalla melodia. Nascono a Macerata nella primavera 2015: a una festa Alessandro Ruggieri propone a Daniele Gatto di provare assieme. Poco dopo si unisce alla band al basso Carlo Angeletti, chitarra e voce nei Solo per Adulti che già aveva collaborato con Alessandro in precedenti progetti. La formazione si completa con l'arrivo di Federica Nardi. Nell’arco del 2017, in diverse sessioni, viene registrato e mixato presso Potemkin Studio di Macerata Constant Puberty, prodotto da El Mágico González Sounds e da I Dischi di Plastica.



I Dadamatto si formano nel 2003 dall'unione di formato da Marco Imparato (voce, basso, tastiera), Michele Grossi (batteria) e Andrea Vescovi (chitarra) e si legano subito a "Marinaio Gaio", storica etichetta discografica senigalliese. I Dadamatto si fanno riconoscere per live estremamente adrenalinici e partecipativi, l'energia che esprimono li inquadra come una delle migliori live-band a livello italiano. Diversi i dischi al loro attivo: l'ultimo in ordine di tempo, Canneto, sancisce la rinascita del power trio marchigiano. Inoltre, con il disco tornano di fatto all'autoproduzione: "Abbiamo fatto 4 dischi, ognuno con un’etichetta diversa: le diverse esperienze sono andate più o meno bene. La decisione di stare soli è perché stiamo bene così, è la cosa più sincera", ha confessato a XL Marco Imparato. aggiungendo: "Per noi ogni album è una crescita, una cosa diversa. I primi lavori erano molto sperimentali, psichedelici, eravamo molto giovani. Calcola che il primo album risale al 2007, quindi parliamo di dieci anni fa. Andando avanti ci siamo contaminati anche con la musica folk e pop e abbiamo concepito di più il rapporto con la melodia, quindi abbiamo toccato altre corde".





Nell'ambito degli incontri previsti nella rassegna Due - non arrendersi agli anni e ai governi che passano,
la SOMS presenta presso C.A.G di Corridonia (ex mercato coperto) il libro "Sul fronte del sisma - Un'inchiesta militante sul post-terremoto dell'Appennino centrale" (Derive Approdi), discutendone con alcuni ricercatori di Emidio di Treviri.


 Emidio di Treviri è un progetto di ricerca che nasce nel dicembre del 2016 da una Call for Research lanciata grazie alle Brigate di Solidarietà Attiva, un’associazione ispirata alle società di mutuo soccorso, che interviene in contesti d’emergenza promuovendo solidarietà dal basso e autogestione.
Scienziati sociali, architetti, psicologi, urbanisti, antropologi, ingegneri, giuslavoristi, accademici e professionisti, si sono impegnati a coordinarsi in maniera orizzontale per costruire un’inchiesta sociale sul post-sisma che ha colpito l’Appennino Centrale.
Un collettivo di ricerca pubblica e militante, nato dal basso con l’obiettivo di generare conoscenza utile a invertire la rotta dei processi di spoliazione in atto nel post-disastro.




La serie di eventi sismici che dal 24 agosto 2016 ha colpito l’Appennino centrale, investendo quattro regioni, distruggendo migliaia di frazioni e lasciando decine di migliaia di persone senza casa, è uno dei disastri socio-naturali più significativi della storia recente d’Italia. Alla grave sequenza di scosse è succeduto il caos di un’emergenza che, tra risposte istituzionali equivoche e macerie immobili, ha lasciato segni indelebili sui territori colpiti. Le traiettorie degli sfollati si sono declinate a seconda delle rispettive capacità di accesso ai capitali relazionali, economici e culturali, mentre le aree colpite si sono trasformate in un campo di battaglia. Una battaglia combattuta a mezzo di ordinanze, installazioni temporanee, affitti e container. Una lotta per la sopravvivenza delle aree interne contro speculazione, abbandono e strategie di rilancio economico eterodirette.


Soci! Socie!
150+5 anni dalla fondazione non potevano certo passare in sordina ... 
Quindi: arrosticini come se piovesse, musica giusta e "celebrazione", di quelle che vale la pena. Il tutto open air.
Si chiude e si va in pausa facendo festa: l'allietamento musicale è affidato a Il Mio Dj Setter (Molotov Nello), quello gastronomico alla tradizione abruzzese.
Sarà soprattutto l'occasione per presentare uno strano romanzo collettivo (naturalmente autoprodotto) denso di sorprese, che raccoglie i venti condivisi di rinascita e rigenerazione. 

10 GIUGNO 2018, @ SOMS Open Air, Corridonia 
ARROSTICINO PARTY!
Chiusura stagione & "Soms 150 + 5"


DOMENIC/ ART

Font d/art, associazione osimana di promozione sociale, dopo aver curato la parte ri-creativa per i bambini e le mostre a Villa Fermani il 25 aprile scorso, torna a Corridonia.

Dopo aver collaborato con la Soms, abbiamo deciso che questa città ci piace e tanto! così okkuperemo dal pranzo all'aperitivo la loro sede per dar vita ad un banchetto coi fiocchi....anzi per dirla tutta....con cibo autoprodotto, teatro, musica.....arte: arte in tutte le portate del ricco menù! 

Come forse saprete la città in cui nasciamo e nella quale abbiamo operato sinora, è conosciuta come città dei 'senza testa' a causa delle statue acefale rappresentanti uomini romani in mostra all'interno del palazzo comunale. La leggenda narra siano state decapitate in epoca antica perché contenenti oro e gioielli. Prendendo spunto da questa parte di storia che ci caratterizza, abbiamo deciso di organizzare eventi, anche al di fuori del territorio che ci siamo sempre prefissati di rivitalizzare, per cercare le nostre teste o semplicemente nuove teste, per confrontarci e riempirci la testa di quell'oro che ci è stato tolto giorno dopo giorno dagli spettri che ci girano intorno e incosciamente ci condizionano...la crisi, lo straniero, la violenza, lo stato d'assedio, l'impossibilità di cambiare, il risiko nucleare, gli alieni che non arrivano, il prezzo della benzina.....
Un pranzo sociale è quello che ci vuole...cibo per il nostro stomaco ma anche per il nostro cervello!

Ecco allora qui di seguito il PROGRAMMA di domenica.

Vi ASPETTIAMO dalle ore 12!!

@pranzo: 

menù adulti tesserati e non 15 euro:
-gnocchi al ragù di seitan
-piatto unico: polpette di ceci con mayo veg
hummus di rape rosse
farinata di zucchine e menta
erbe straginate con uvetta
-salame al cioccolato

menù bimbi 7 euro:
- pasta al pomodoro
- farnata al rosmarino
- patate arrosto
- polpette di ceci con mayo
- salame al cioccolato

- acqua vino caffè

Per Info e prenotazioni : Monica 324 8250772 / Matteo 333 1625741

a seguire: 

@ spettacolo teatrale:
DORMO QUI 
Scritto e interpretato da Irene Rapanelli
Scenografie, supporto tecnico e narrativo di Anita Habluetzel Esposito
Performance frutto di un’esigenza individuale di memorizzare. Rendere alla memoria spaccati di vita che tendono a scomparire. Perché in questo scenario post-sismico è la disgregazione che riempie gli occhi, dove rovine di abitazioni si mescolano alle macerie dell’anima. Per questo è importante recuperare se stessi e non concedersi alle lusinghe dell’amnesia che offre semplici scappatoie. Pensiamo, infatti, che il memorizzare passi attraverso il recupero, sia esso della propria identità o del proprio spazio del vissuto. Allora, durante lo spettacolo, saranno presenti sulla scena pezzi recuperati da macerie reali e oggetti di uso familiare che ci appartengono davvero.
Quello che verrà presentato è un’anteprima, una prova aperta in cui si sperimenterà l’essere di questo lavoro. La performance insegue un’idea di prodotto finale mutevole, pronto a cambiare direzione a seconda delle esigenze di narrazione, e rispettoso del sentire collettivo. Si assisterà ad un racconto, specchio del bisogno di tradurre in parole un terremoto.

@ //SONORIZZARE UN FILM// accerchiarlo come preda, abbracciarlo morbido come cuscino. Un gruppo di musicisti-artisti del rumore amici di font d/ art si alterneranno sul palco a coppie, in trio, in solo per celebrare la pellicola, l'aggregazione, la melodia del rumore. Pellicola e musicisti verranno rivelati a breve.

Durante tutta la giornata: 
@ spazio per i bambini da 0 a 99 anni!! Giochi a tema!

SLOT MOB 5 maggio Corridonia

OLTRANZE - 21 aprile 2018 - "DONNE PRESENTI" + SHAONE live




Ore 18.30
Donne Presenti
Lotta di Liberazione, violenza politica, movimenti per i diritti civili e migrazioni.
Ne discutono:
Rita Forlini 
(ISML Istituto Provinciale per la Storia del Movimento di Liberazione nelle Marche e dell'Età Contemporanea di Ascoli Piceno)
Santina Musolino 
(Università degli Studi "Roma Tre")
Renata Morresi 
(Università di Macerata)
Claudia Santoni 
(Osservatorio di Genere)

Modera la tavola rotonda: 
Silvia Casilio
(Osservatorio di Genere)

L'Osservatorio di Genere in collaborazione con l'Associazione Culturale SCIARADA e SOMS, Società Operaia di Mutuo Soccorso e l'ANPI Sezione Sesto Luciani, con il patrocinio del Comune di Corridonia, partecipa a "OLTRANZE - Festa delle differenze e delle resistenze".

oltranza, sostantivo femminile [dal fr. outrance, der. di outrer "spingere oltre il limite"]. A oltranza, con volontà ostinata. Anche iperbolico: resistere a oltranza.

All'interno di "Oltranze" abbiamo deciso di aprire uno spazio di riflessione il cui punto di partenza fosse il capovolgimento dello stereotipo che vorrebbe le donne chiuse tra le mura domestiche, costrette a ricoprire ruoli di secondo piano, mai protagoniste della storia, quella con la S maiuscola, quella destinata a cambiare le esistenze delle masse.
Il 21 aprile 2018 alle 18.30 proveremo "a spingerci oltre il limite" e lo faremo "con volontà ostinata" esplorando la storia del '900, quella con la S maiuscola, arrivando fino alla più stretta attualità. Dalla Resistenza ai movimenti per i diritti civili, dalla violenza politica alle migrazioni metteremo al centro la PRESENZA, e non già l'assenza delle donne, e cercheremo di capire come e dove esse agirono, quali cambiamenti esse determinarono con la loro partecipazione attiva, quali strategie e quali percorsi esse seguirono per affermare e rivendicare un protagonismo sempre crescente.

La tavola rotonda del 21 aprile è idealmente collegata da un invisibile quanto resistente filo rosso all'incontro del 25 aprile che vedrà la partecipazione del collettivo Lucha y Siesta di Roma che proprio in questo 2018 festeggia 10 anni di un progetto politico nato per promuovere nuove formule di welfare e di rivendicazione di diritti a partire dal protagonismo femminile che ha resistito e resiste ancora oggi.
Così come Lucha y Siesta con "Al di là degli stereotipi (a fumetti)" ha provato a ragionare e a mettere a tema gli stereotipi di genere, attraverso il linguaggio del fumetto, le studiose che parteciperanno a "Donne Presenti" racconteranno storie di donne protagoniste, nel bene e nel male, delle contraddizioni, degli errori, delle conquiste e delle sconfitte del loro tempo fino ad interrogare la più stretta attualità.
Un viaggio attraverso la Storia che interroga il presente per comprendere le origini e le trasformazioni degli stereotipi culturali, sociali e di genere, humus primordiale del sessismo, del razzismo e del fascismo ma anche un tentativo di restituire la complessità della realtà dell'oggi e di restituire una visione del mondo altra lontana e necessariamente diversa da quella logora, chiusa, reazionaria, omologante che ci viene proposta da media e social ogni giorno.




Shaone, leggenda dell'hip hop italiano, arriva alla SOMS per aprire "OLTRANZE - Festa delle differenze e delle resistenze". Il rapper napoletano, accompagnato da DJ Simi, presenterà il suo ultimo lavoro, il concept album OVER. La serata sarà aperta e conclusa da beatboxer, mc's e dj della scena marchigiana.

➞ 22.00 John Beatboxer: JBeartNejø from ItalianBeatboxFamily 
Stritti from AnkoFunkFamily 
ZeroLoop from SenzaTestaCrew 
Guest: Mc Fuso, Mc Magma
➞ 23.00 SHAONE live feat. DJ SIMI 
➞ 00.00 BPTSM & RAMIREXX [trap/rap/rnb/urban/90s]

"Over, nel suo doppio significato linguistico tra l'inglese ed il napoletano, non pone più l'attenzione sulla fine dei giochi, ma sul limite che si sta per oltrepassare, un “veramente oltre”, come porre un sottofondo per chi tocca il fondo. Ora nell'ascoltarmi troverai esperienze da condividere, da obiettare, momenti per sorridere e motivi che ti faranno pensare, e se, tra l'incastro di parole a ritmo, questo lavoro ti avrà sospinto veramente oltre, sappi che, “non troverai risposte nell'universo, più di quante ne troverai in te stesso”. Buon viaggio". Shaone